Benedetta

on 19 marzo 2019
in
Back To The Portfolio
Back Home

La mia parola “ponte”: ascoltare gli altri

Quel giorno non lo dimenticherò mai. Ero in treno con mia madre e stavamo tornando a casa dopo un pomeriggio di shopping ad Ancona.
Alla stazione di Falconara sale un ragazzo molto alto, di pelle scura con un’aria molto sicura di sé.
Si siede qualche posto più in là di noi; dopo un po’ si avvicina e ci chiede a quante fermate era la stazione di Castelplanio.
Noi, intimorite, abbiamo risposto un po’ infastidite dicendo che mancavano ancora 5 o 6 fermate.
Già immaginavo nella mia mente che ci avrebbe rubato il portafoglio oppure che voleva darci fastidio. Ho visto mia madre che si teneva stretta la borsa. Lui decide così di sedersi accanto a noi ed inizia a farci un sacco di domande. Io guardavo mia madre preoccupata, ero sicura che quando fossimo scese alla stazione ci avrebbe seguite fino a casa!!!
Ad un certo punto riceve una telefonata e da lì capiamo tutto: stava andando a trovare un suo amico dottore che aveva fatto con lui l’Università. Era quindi anche lui un medico, ma noi non l’avremmo mai detto! Io e mia madre ci siamo guardate e abbiamo sorriso. Abbiamo capito quanto eravamo state sciocche. Ci siamo rilassate ed abbiamo iniziato a rispondere come avremmo fatto con qualsiasi altra persona alle sue domande e lui ci ha raccontato del suo lavoro di dottore. E’stato molto gentile, mi ha chiesto che scuola facessi e che cosa volevo fare da grande. Alla fine siamo scesi insieme alla stazione di Castelplanio e lui mi ha fatto gli auguri per il mio futuro. E’stato davvero gentile con me.
Questo episodio mi è servito per capire che prima di giudicare, bisogna saper lasciar parlare ed ascoltare gli altri. Da questo episodio ho capito che “ascoltare” è un ponte per avvicinarsi agli altri, per ACCORCIARE LE DISTANZE.

« »

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>