Marco

on 19 marzo 2019
in
Back To The Portfolio
Back Home

La parola che ho scelto è “simpatia”.
Un giorno, alle elementari, successe che io e mio fratello Diego chiacchieravamo e mi presentò un suo amico di nome Leonardo.
Io non stavo in classe con lui e quindi non lo conoscevo tanto bene, ma la prima volta che ci incontrammo iniziammo subito a litigare per non so cosa, ma fu un litigio assurdo. Credo fosse per chi si appoggiava vicino al termosifone, visto che quel giorno era freddissimo.
Poi suonò la campanella, io tornai in classe dopo quella lunga lite banale.
Dopo cinque anni di scuola primaria io e Leonardo ancora non ci salutavamo, però poi siamo andati alle medie e ci hanno messo nella stessa classe.
Io parlavo solo con Michele, che alle elementari stava nella mia stessa sezione mentre gli altri non li vedevo molto spesso.
Alla fine avevo fatto amicizia con tutti, a parte con Leonardo, perché non ci parlavo mai, ero prevenuto e non ascoltavo quello che diceva.
Ci insultavamo pure e a volte eravamo sul punto di picchiarci.
Però in seconda media iniziai a scherzare con lui senza più rancore e mi resi conto che mi faceva sempre ridere quando parlava; è stato bello scoprire quanto fosse divertente, perché anche se litighi con qualcuno, non bisogna vedere solo i difetti ma, anzi, cercare le cose belle che ti possono far cambiare idea su quella persona.
Poi mio padre iscrisse me e mio fratello a calcio e lì c’era anche Leo, così siamo diventati ancora più amici e abbiamo iniziato a frequentarci spesso; anche lui mi ha trovato simpatico ed ora ci vogliamo bene e ridiamo delle cose sciocche successe in passato.
Abbiamo imparato a conoscerci meglio e qualunque cosa accada per me resterà sempre una persona che trasmette buon umore ed allegria.
La cosa che ci ha uniti è stata la simpatia che è nata tra noi.

« »

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>