Marta

on 18 marzo 2019
in
Back To The Portfolio
Back Home

L’amicizia è uno dei valori più importanti che una persona possa avere,
senza questo valore noi non saremmo niente. Tutti noi sin da piccoli
cerchiamo amici con cui giocare, con cui condividere le nostre giornate,
ridere e scherzare insieme a loro. Cerchiamo persone delle quali ci
possiamo veramente fidare, alle quali possiamo raccontare tutto perché
sappiamo che con loro i nostri segreti sono al sicuro come in una
cassaforte.Purtroppo però non sempre è così, ogni volta che ci fidiamo di
una persona che riteniamo veramente amica,quasi come una sorella, lei è
pronta per pugnalarci alle spalle e rovinare tutto. Mi è capitato molte
volte di fidarmi di persone che reputavo veramente amiche ma che poi si
sono dimostrate molto false. Difficilmente io litigo con una persona se
non per gravi motivi .Ricordo quella volta in cui mi sono sentita
veramente tradita ,ci sono rimasta male.Come sempre stavo parlando con
la mia migliore amica, parlavamo di cose semplici, scuola, ragazzi ed altro.
Ma puntualmente mentre parlavamo ogni cosa che dicevo o facevo non
le andava bene, mi giudicava per ogni parola che usciva dalla mia bocca,
facendomi sentire una persona sciocca ,inutile. Questa cosa ovviamente
era già capitata più volte ma in modo meno aggressivo senza che io me
ne accorgessi più di tanto.Ora aveva esagerato. Passavano i giorni e lei
,continuamente ,mi insultava e mi giudicava solo perché non sempre la
pensavo come lei su determinati argomenti. In quel momento mi sentivo
chiusa come in una gabbia, intrappolata come un uccello al quale erano
state tarpate le ali, una persona che non aveva più la forza per pensare e
neanche di reagire. Tutto iniziò così. Passavano i giorni e lei continuava a
trattarmi in questo modo, senza accorgersi che stavo male, forse non se
accorgeva o forse non gliene importava niente di me e della nostra
amicizia. Decisi di comportarmi allo stesso modo con lei, solo per farle
capire quanto io ci stavo male e soffrivo. Così iniziai a non ascoltare quello
che diceva, iniziai ad insultarla e giudicarla. Andammo avanti così per più
di due settimane, alla fine però dopo esserci allontanate capimmo che
non potevamo stare l’una lontana dall’altra. Lei ormai era una parte di me
ed io di lei. Le telefonai per dirle che se a lei faceva piacere ,potevamo
vederci per chiarire la piega che aveva preso il nostro rapporto di amicizia.
Avevo capito che quel muro che avevamo alzato doveva essere
abbattuto al più presto. Arrivai puntuale all’appuntamento e subito dissi
“Tu sei la mia migliore amica “. Grazie per avermi dato la possibilità di
parlare ,chiarire .La nostra amicizia è molto profonda ,non è giusto
sciuparla. Dopo essere state lontane avevo capito questo e anche lei lo
aveva capito. Si scusò anche lei con me e come sempre iniziammo a
parlare, aveva capito veramente cosa significava perdere un’amica.
La mia parola ponte è “Grazie”.

« »

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>