Sara

on 20 dicembre 2018
in
Back To The Portfolio
Back Home

Sarà banale ma la mia parola ponte è “scusa”.
Nella mia vita ci sono stati diversi momenti in cui non sono andata d’accordo
con i miei amici, a volte per motivi stupidi, altre per cose più importanti.
Essendo ancora una bambina, spesso non riesco a distinguere le situazioni
facilmente superabili da quelle più gravi e dolorose. Sono una persona
impulsiva e diretta e questa caratteristica mi porta ad espormi ogni volta che
sto in un gruppo.
Racconto adesso un episodio per me molto significativo.
Trascorro ogni estate al circolo tennis “Sunshine” e passo il mio tempo libero
con i miei amici, sempre lì presenti, come me. Quest’anno c’era anche una
nuova ragazza, che veniva da un’altra città e che perciò non conosceva
nessuno.
Io, molto estroversa, ho fatto subito amicizia con lei, siamo diventate subito
buone amiche e, dopo poco tempo, eravamo praticamente inseparabili.
Giorno dopo giorno Chiara acquistava sempre più sicurezza, stringendo legami
anche con molte altre persone; finché è arrivato il giorno in cui per lei non
sono stata più importante. Ormai si era inserita nel gruppo, mettendomi da
parte.
Trascorsi un paio di giorni mi sentivo sempre più ferita e delusa ma non sono il
tipo che si vendica facendo dispetti. Piuttosto ho preferito parlarle e dirle che la
consideravo un’opportunista.
Averle detto queste cose, però, non mi ha aiutata a stare meglio. Ho riflettuto
molto e il giorno successivo alla discussione le ho chiesto, appunto, “scusa”:
ero felice che lei avesse trovato altri amici!
Anche Chiara si è scusata e un abbraccio ha risolto tutto.
»

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>