Sofia

on 19 marzo 2019
in
Back To The Portfolio
Back Home

In un giorno diciamo circa 20 mila parole, ma ci siamo mai chiesti quante di queste siano realmente utili?

Riflettevo su questo l’altro giorno dopo una terribile litigata dove avevo detto tutto quello che mi passava per la testa, come al mio solito.

La rabbia si faceva più forte e le parole mi uscivano senza neanche capire cosa stessi realmente dicendo.

Avevo litigato con una delle persone a cui tenevo di più,e ne soffrivo terribilmente.

Iniziammo a non parlare più, ad ignorarci palesemente.

Se ci incontravamo, cambiavamo strada e facevamo molta attenzione a non incrociare il nostro sguardo.

Avevamo creato un muro, con il nostro stupido orgoglio e ,si sa, i muri dividono.

Facevamo finta di non mancarci affatto, ma a me tremava il cuore al pensiero di lei lontano da me.

Si legò, in quel periodo, ad un altro gruppo di ragazze; ridevano e passavano sempre più tempo insieme.

Le vedevo insieme a ricreazione, all’uscita, all’entrata e iniziarono anche a trovarsi il pomeriggio nonostante la provenienza da paesi diversi.

Mi sono sentita sostituibile e credo non ci sia sensazione peggiore.

Davvero ero così facile da dimenticare?

Il nostro muro aveva compiuto tre mesi e si era rafforzato incredibilmente.

Decisi,quindi, si abbatterlo.

Riuscii per un momento a trovarla senza le altre e,senza aspettarmi nessuna risposta, iniziai a parlare a raffica.

Utilizzai la metà di quelle 20 mila parole nel modo più saggio che io conoscessi.

Mi aprii completamente, cosa che fino a quel momento avevo solo fatto con un foglio e una penna.

Ci vollero un po’ di giorni per abbattere completamente quel muro immenso, ma ci riuscimmo discretamente.

In quel momento pensai che, se solo parlassimo di più, se ci aprissimo di più, ci sarebbero più ponti e meno muri. Siamo tutti troppo freddi e non possiamo pretendere che le cose cambino se continuiamo a fare le stesse cose.

Cerchiamo di avere meno paura di esprimerci, perché il mondo ha bisogno di parole come ponti.

« »

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>